motel abbandonato

Ex motel

Da albergo a 3 stelle con 75 camere, a rifugio per sbandati e senzatetto, che ormai da qualche anno vivono indisturbati all’interno. Questo ex motel è abbandonato e meta continua di atti vandalici. Dalle finestre rotte e da alcune porte aperte si intuisce che dentro, tra distruzione e sporcizia, vivono parecchie persone in condizioni igieniche a dir poco precarie, mentre la struttura è in condizioni di degrado.

Per anni l’edificio è stato un semplice motel, dedicato soprattutto ai viaggiatori di passaggio,. Secondo alcune voci erano i tempi in cui veniva utilizzato anche da coppie clandestine, vista la posizione un po’ defilata. Poi la svolta e la vocazione maggiormente turistica. Al suo interno si sono svolte anche feste, eventi di intrattenimento, oltre a congressi e meeting.

C’è chi nota persone di giorno e di notte, arrivare dalla strada accanto al distributore di benzina ma anche dal parcheggio della vicina autostrada. Da alcuni racconti pare che a suo tempo sia stato chiuso lasciando tutto dentro, mobili, attrezzature, ma anche piatti, bicchieri, lenzuola, ogni cosa portata via o tuttora utilizzata dagli attuali abusivi…

Sono in molti a raccontare che l’hotel è abitato da persone in difficoltà. Al piano terra si nota la devastazione, con vetri infranti e porte divelte, ma ai piani superiori le finestre delle camere si aprono e si chiudono, le tende si scostano, c’è chi dorme, mangia e utilizza i servizi igienici anche se non c’è acqua, elettricità o gas. I panni vengono stesi nel giardino, dove si notano avanzi di cibo recenti. Sono soprattutto stranieri, dice qualcuno, qualche volta di passaggio, ma anche stanziali. Durante il giorno vivono di espedienti, per rifugiarsi qui di sera e di notte. Vengono accesi fuochi, i bagliori vengono notati dall’esterno. Molte volte le persone sono ubriache, aggiunge qualcuno, e si intuisce dalle bottiglie sparse ovunque, dai salottini improvvisati all’esterno. Le deiezioni e le immondizie mostrano il segno di uno degli ultimi passaggi in ordine di tempo, deiezioni anche nelle stanze e sui muri interni.
Da un vetro si intravede un vecchio biliardo, ormai semi distrutto, e ancora mobilio della sala da pranzo e sedie, ma avvicinarsi è un rischio. Oltre alle persone che ci vivono bisogna fare i conti con i ratti, anche parecchio grossi. Qualcuno è stato ucciso probabilmente dagli attuali inquilini, e giace sul pavimento, accanto a immondizie di ogni tipo.

L’albergo insomma registra un bel pienone, peccato non sia il tutto esaurito che ci si aspetta da un hotel….(qui sotto una veduta del giardino quando l’hotel era in attività e come si presenta ora).

@PUBBLICAZIONE RISERVATA

Condividilo con i tuoi amici:

Un commento

  1. Io, in questo Motel, ho fatto il pranzo di nozze nel 1984. All’epoca era una cosa alla moda, fare il pranzo lì!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *