polveriera abbandonata

Ex polveriera Montebello – Trieste

Un luogo dimenticato da decenni, dove la vegetazione è cresciuta, divorando i fabbricati presenti, dove sentieri e stradine poco alla volta si sono quasi cancellate, e dove molti muri in mattoni sono crollati.

Siamo su un colle a Trieste, c’è una  vista splendida che spazia sulla città e tanto verde, che nasconde quelli che un tempo erano vecchi depositi di munizioni, ormai in disuso. Si tratta dell’ ex polveriera di Montebello, ceduta parecchi anni dal Demanio al Comune di Trieste e rimasta così. La recinzione divelta in più punti fa sì che ci si trovi direttamente nel perimetro, un tempo sorvegliato, da un sentierino in mezzo a rovi e sterpaglie. Nei primi anni 2000 si ipotizzò di creare qui un nuovo canile e il primo cimitero per animali della città. Progetti mai decollati.

I depositi sono in realtà spazi con ampie coperture in lamiera, alcune conservano ancora l’ingresso e il retro, protetti un tempo con mattoni e cemento, quasi ovunque crollati. Ci imbattiamo anche in un enorme groviglio di filo spinato e in una struttura che pare un container vuoto, protetto da un muro. L’unico edificio esistente è nella parte bassa della vastissa area, è chiuso, blindato. Poco distante anche a una torretta, questo sito infatti fino a qualche anno fa veniva costantemente sorvegliato. Da qualche anno è in atto una convenzione tra il Comune di Trieste e l’associazione Nord Est 4×4, che utilizza l’area per i percorsi dei fuoristrada e che effettua anche interventi di manutenzione. Sono loro a precisare che la pulizia, anche del verde, avviene costantemente, il nostro sopralluogo risale a un momento dell’estate a cui è seguito un puntuale intervento di risistemazione.

@PUBBLICAZIONE RISERVATA

Condividilo con i tuoi amici:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *