urbex nordest

Fabbricato abbandonato nel Carso

Un fabbricato abbandonato sull'altopiano carsico.

Siamo sull’altipiano Carsico, a pochi chilometri da Trieste, in mezzo al verde, quando da un sentiero ecco apparire un comprensorio, enorme, fatto di vari fabbricati insieme, forse costruiti in epoche diverse. A un primo sguardo ci sembra un’ex fattoria, perché siamo in mezzo alla natura, è difficile distinguere qualche segno dell’originale funzione, molte stanze hanno il tetto crollato, in alcuni punti anche il pavimento non esiste più, ovunque assi di legno, calcinacci e tegole. Poi alcune scale che portano a un ballatoio, che forse dava su una sorta di cortile.

Ma dai suggerimenti di alcuni dei nostri utenti che ci seguono su Facebook, possiamo dire che probabilmente questo sito era un ex laboratorio per il marmo o comunque per altre pietre, perché ci troviamo non lontano da alcune e cave e perché diversi ambienti, a un esame più approfondito, ricordano quelli di un’officina. Pensandoci bene forse poteva essere entrambe le cose, magari un fabbricato a uso abitativo e rurale e poi un’altra parte destinata invece all’attività lavorativa vera e propria.

Dentro comunque troviamo pochi, pochissimi oggetti che parlano del passato. Un angolo cottura, anzi soltanto la cappa, lo scheletro di un divano, la porta di un frigorifero e poi una sorta di forno, con una grande porta in ferro, sotto cavi e tubature. Ed è proprio qui che notiamo una data, 4 aprile 1962, che si riferisca alla costruzione del complesso? Non lo sappiamo.

Alcune parti del fabbricato sono più danneggiate di altre, che in ogni caso sono ridotte in pessime condizioni. Tutto pare abbandonato da decenni al suo destino, senza recinzioni, senza cartelli, senza nessuna indicazione. Nel verde spunta un carrello e ancora in una stanza notiamo alcuni supporti di ferro, forse servivano proprio per bloccare le lastre di pietra da tagliare, ma anche in questo caso restiamo nel campo delle ipotesi. E all’estero impilate troviamo pure lastre di pietra tutte uguali, forse arrivavano proprio dalla cava della zona, ce n’è una abbandonata, non lontano.

Continuiamo a girare attorno ai muri perimetrali, entrando dove possibile, e si scorge ancora qualche segno della vita di un tempo, seppur minimo, come una scala, una balaustra arrugginita, caduta e semi piegata, qualche pneumatico, rifiuti domestici e abbigliamento dismesso.


E quando stiamo per andarcene ecco stagliarsi nell’erba al carcassa di un’automobile, davanti alla facciata dell’edificio. Sembra sia stata compressa. forse data anche alle fiamme, impossibile distinguere il modello. Chissà poi perché è stata ridotta in questo stato.

Lasciamo questo luogo dimenticato da tutti, consapevoli che ancora una volta un altro sito produttivo non è stato riutilizzato ma semplicemente chiuso e abbandonato. E stando alle condizioni generali, forse basterà qualche anno perché tutto si riduca solo a un grande cumulo di macerie…

Tante altre foto sulla nostra pagina ufficiale Facebook: Triesteabbandonata in tour

@PUBBLICAZIONE RISERVATA

Condividilo con i tuoi amici:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *