ex caserma triesteabbandonata

Un’ex caserma in giardino.

Tra l'abbandono e e la vita di ogni giorno.

Di ritorno da un sopralluogo nella bassa friulana, ci siamo imbattuti in una mastodontica caserma che non ha potuto che “costringerci” ad una sosta. Inizialmente abbiamo provato a cercare un punto d’accesso sul retro del perimetro, senza successo.

ex caserma triesteabbandonata

Ma ad inquietarci particolarmente, insieme al diffuso degrado di quanto riuscivamo a scorgere ad occhio nudo, il fatto che questo enorme complesso ormai ridotto in condizioni improponibili, fosse in pratica comunicante con villette regolarmente abitate dotate di eleganti giardini, con gruppi di persone intente a godersi all’aperto un caldo pomeriggio di maggio proprio a un palmo da torrette cadenti, vegetazione selvaggia, edifici pericolanti, separati dalle case da un semplice muro di cinta.

Diretti sul lato opposto verso l’ingresso principale, lo stupore se possibile è aumentato. In tutta la sua imponenza e decadenza, ad occupare una gigantesca porzione di terreno, si staglia quel che resta della Caserma Monte Vodice. La facciata dell’edificio centrale riporta ancora, seppur chiaramente danneggiata, l’originale denominazione del complesso militare. L’intero perimetro non è accessibile ma una sbirciata qua e là si riesce a dare.

Appare subito evidente l’incredibile dimensione del comprensorio, così come palese è il quadro di diffuso degrado ed abbandono dell’intera area. Si scorgono più edifici, da quelli probabilmente adibiti ai dormitori fino alla mensa e la zona infermeria, a stento resiste tra le erbacce anche lo scheletro di quel che resta di un piccolo campo da calcio, con i pali delle porte ormai arrugginiti e parzialmente deformati. Spostandosi sul versante laterale che costeggia la ferrovia, troviamo anche una piccola stazione dei treni anch’essa abbandonata, con lucchetti alle porte e le evidenti prove di un disuso ormai piuttosto datato.

Tornati davanti all’ampia porzione frontale dell’area militare, basta attraversare la strada deserta per trovare un’altra enorme area presumibilmente riservata a garage, officine, a tutti i mezzi appartenuti a un luogo dalla storia decisamente significativa dal punto di vista militare. Edificata nel 1932, questa caserma ha infatti ospitato in diverse epoche il Battaglione Genio Pionieri “Folgore”, il 184° Genio Pontieri e Genio Guastatori “Santerno”, l’8° Reggimento Genio Guastatori.

Una Medaglia di Bronzo al Valor Militare, concessa al Battaglione Misto Genio “Folgore”, per i fatti d’ arme nelle Valli Santerno, Senio e Sillaro (marzo-aprile 1945) e una Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito, concessa al 184° Battaglione Genio Pionieri “Santerno”, per il soccorso alle popolazioni del Friuli colpite dal sisma del 1976 (6-15 maggio 1976), rappresentano motivi d’orgoglio per un luogo che ora può solo condividere il triste destino di una moltitudine di caserme disseminate in tutta la regione.

Il presente ed anche il futuro, viste dimensioni e condizioni generali dell’area, temiamo ancora per diversi anni non renderanno onore e giustizia al glorioso passato, con tutto quel che ne consegue in termini di senso di appartenenza per quanti l’hanno vissuto. E tutto questo, letteralmente a un palmo da gran numero di abitazioni regolarmente popolate.

ex caserma triesteabbandonata

@PUBBLICAZIONE RISERVATA

Condividilo con i tuoi amici:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *